Il Coro di Loiri.

La passione per la ricerca, nelle melodie tradizionali della Sardegna, dell'armonizzazione di pi¨ voci permettono a Carlo e Bernardo Deriu nel 1983 di far nascere il Coro di Loiri. Il compito Ŕ delicato , il Coro si propone nell'ambito del panorama dei canti tradizionali Sardi con attenti lavori in armonie e testi, ripescati da quella immensa raccolta di note e parole che sono i ricordi dei nostri anziani, ma anche dalle innumerevoli poesie dei nostri pi¨ stimati poeti. Tale lavoro suscita l'attenzione di autorevoli studiosi di musica popolare sarda , ed in occasione della prestigiosa Biennale per Cori Tradizionali Sardi, svoltasi nel 1995 ad Ozieri, arriva il primo riconoscimento. Al testo del raffinato poeta dell'Ottocento gallurese Petru Alluttu, al secolo Pietro Orecchioni, "L'assu di spada" armonizzato da Bernardo Deriu viene assegnata una menzione speciale per l'originalitÓ del brano..

Vai al sito del coro di Loiri

Il Coro di Loiri nel 1996 si propone con il primo lavoro discografico, "Canti folkloristici della Sardegna" che conferma il delicato lavoro di ricerca. Nasce in questi anni l'iniziativa promossa e voluta a Loiri . La rassegna Biennale per Cori Tradizionali Sardi, giunta alla sua Quarta edizione ,Ŕ l'ulteriore conferma dell'impegno profuso nella valorizzazione del canto corale in "Limba". Merita una particolare menzione l'onore concesso al Coro di rappresentare, nel canto, la Provincia di Sassari nel gemellaggio con la omonima di Verona.

Negli anni, nell'isola e nella penisola, si alternano date ed appuntamenti ma non manca mai da parte del Coro un occhio attento a chi, meno fortunato, merita un gesto di solidarietÓ ed affetto. Le canzoni portate con garbo all'attenzione di chi ascolta, pubblico o giuria, servono per verificare ogni volta il grado di affiatamento, il sincronismo . E' l'insieme che gioisce, come in occasione della recentissima prestigiosa Biennale per Cori Tradizionali Sardi svoltasi nel Dicembre 2000 ad Ozieri.

Vincendo la manifestazione canora, ex equo, ha ottenuto una borsa di studio con il brano "Lu scacciapinseri" scritto dal poeta di Loiri, Peppino Barra armonizzata da Carlo Deriu. L'energia che affiora dalle note, la loro freschezza, fanno del Coro di Loiri uno dei gruppi corali del panorama Isolano nei quali meglio si apprezza il significato della parola passione. E' questa la ragione che li porterÓ a breve a pubblicare la loro seconda opera discografica.

back